Chiuso il tratto Ripacandida Rionero

chiusa Oraziana
Ripacandida.
Ci risiamo ancora con le strade del Vulture, fino ad ora procurano solo preoccupazioni, anche se la Provincia è convinta che presto saranno il fiore all’occhiello della Basilicata, quale segno di civiltà. Come riferito dal presidente della Provincia di Potenza, Nicola Valluzzi.-
Parliamo dell’Oraziana, la strada a scorrimento veloce che dovrebbe (usiamo il condizionale, visto che non è terminata, dopo circa 30 anni di inizio dei lavori) collegare velocemente Rionero, vale a dire la superstrada Potenza-Melfi con Venosa, di

Notte Nazionale del Liceo Classico a Venosa

Venosa passata edizione
Venosa
Da alcuni anni, anche il Liceo Classico “Quinto Orazio Flacco” della cittadina oraziana partecipa alla “Notte Nazionale del Liceo Classico” promossa dal ministero della

Mago Forest a Lavello

Mago Forest
Lavello
Nella splendida cornice del teatro San Mauro di Lavello, il 13 gennaio, in occasione della stagione di cabaret 2016-2017, predisposto da Tequila Service di Vidio Carbone e Circuito

Un fiore sulla tomba di Donato Musto

Musto Donato
Sul fondale del lago di Omegna (VB), sabato scorso, sono stati ritrovati i corpi di due amici scomparsi da tren’anni; tanto è durata la permanenza sott’acqua di Luciano Gendulso originario di Caltanisetta e di Donato Musto, originario di Ripacandida (PZ) emigrato in Piemonte nel 1960, scomparsi

Il 9 gennaio 1958 esplodeva una bomba a Barile

Barile panorama
Molti barilesi, specialmente i meno giovani, ancora ricordano quel tragico evento accaduto nel lontano gennaio del 1958, in cui l’accidentale esplosione di un residuato bellico causò la morte di un bambino di quasi

Un successo il concerto a Montemilone

Concerto Montemilone
Montemilone.
Una chiesa madre gremita in ogni ordine di posto per assistere al Concerto dell’Epifania, giunta alla XIV edizione, a cura dell’associazione “Amici della Musica” diretta dal M° Giovanni Matera.Il concerto è stato un successo. 

Lavori a Cascate San Fele 2016

         
Lavori San Fele
 Sono passati appena 6 anni dal 5 gennaio 2011 e grazie a questi primi lavori di pulizia da parte di volontari dell'associazione abbiamo fatto conoscere e  valorizzato le Cascate di San Fele , oggi meta di migliaia di visitatori all'anno e tra i siti  più  visitati  nella  Regione Basilicata . Nel solo anno 2016 non meno di 40.000  di turisti  hanno visitato le cascate di San Fele .
    Tutto questo è stato possibile  grazie  al lavoro  volontario  dei soci  dell’associazione U uattenniere, che ha reso possibile la valorizzazione del torrente Bradano e delle sue cascate e senza alcun spreco di risorse pubbliche.
    

Anna Pepice assicura la Liturgia a Ginestra

Ginestra Liturgia della Parola
Ginestra. Un 6 gennaio importante per la Chiesa, si festeggia l’Epifania del Signore. Nonostante la neve ed il ghiaccio, in assenza dei Padri Eremiti di Cerreto, che hanno la loro struttura in contrada Montalbo di Venosa, nella Chiesa Madre San Nicola Vescovo, la Liturgia della Parola è stata assicurata da Anna Pepice, tuttofare della Chiesa, che nel dicembre del 2009 ha ricevuto la consacrazione nell'Ordo Virginum dalla mani del Vescovo,padre Gianfranco Todisco. Già nel passato, la catechista si è sostituita al parroco, che non poteva raggiungere Ginestra per la neve. Alla presenza di pochi intimi, A.Pepice ha detto: " stamattina ho pensato di non aprire la chiesa a causa della neve e del ghiaccio. Ma spinta dalla solennità dell'Epifania del Signore, che significa manifestazione ai popoli del Signore,festa importante per la Chiesa, ho pensato, anche se saremo in pochi, portiamo a casa una gioia grandissima, abbiamo trovato una stella,Gesù, che porteremo nei cuori degli altri". E' seguito il bacio del bambinello Gesù e foto dei presenti.

Lorenzo Zolfo

Neve provoca danni agli alberi a Ginestra

Ginestra albero su auto
La neve caduta ininterrottamente per quasi tutta la giornata dello scorso 5 gennaio ha provocato nel piccolo centro arbereshe danni agli alberi che abbelliscono il paese. Le strade principali del paese, fin dalla mattinata, a cura dell’amministrazione comunale, con un mezzo adibito a spartineve, sono state liberate dalla coltre bianca, coperte da 20 cm di neve. Anche se qualcuno, che abita in strade secondarie, si è lamentato sui social-network, del mancato passaggio di questo mezzo spartineve. Il danno provocato dalla neve sugli alberi è stato, interi rami spezzati dal peso della neve. In via Skanderbeg, una intera pianta si è posata su una macchina in sosta (vedi foto). Altri rami caduti sulla strada che porta al cimitero. Sono in tanti nel paese a lamentarsi dell’assenza della protezione civile ( che sicuramente sarebbe intervenuta per liberare gli alberi dal peso della neve), attiva fino a pochi anni fa, e scomparsa per  mancanza di programmazione ed attivismo da parte dell’allora presidente.

Lorenzo Zolfo

un successo il Presepe vivente a Montemilone

Presepe vivente Montemilone
Montemilone.
Un’idea partita da un gruppo di amici, condiviso dal parroco Don Michele e poi trasformata in realtà. E’ il Gruppo Sacre Rappresentazioni, che hanno deciso negli ultimi giorni di dicembre, di realizzare il Presepe Vivente con personaggi viventi. Realizzato nei locali sotto la chiesa madre, con il bene placido del parroco, don Michele Cavallo, ha catturato l’attenzione di tanti visitatori.
Giuseppe Laccertosa ha avuto parole di elogio dopo aver visitato questo presepe: “ un gruppo

Luci natalizie a Venosa

Le renne a Venosa
Venosa-
Un 22 dicembre da ricordare nella cittadina oraziana, in occasione dell’imminente Santo Natale. Via Tangorra, cuore pulsante della cittadina, a cura degli esercizi commerciali, che si sono autotassati, si è vissuto una serata piena di luci natalizie. A fare da cornice le luminarie della ditta Elefante con Babbo Natale trainato dalle renne ( vedi foto). Tanti bambini accompagnati dai genitori hanno vissuto una serata piacevole, tra degustazione di pop corn e delizie natalizie. I clown dell'Avis di Venosa hanno animato la serata. Significativo il  messaggio che hanno trasmesso: “il valore delle cose sta nel limpido pensiero dell’altruismo perché in amore bisogna sempre donare senza pretendere nulla”.

Lorenzo Zolfo 

un successo il Concerto di fine anno a Ginestra

 Sweet Lu Olutosin
Ginestra. Un 31 dicembre 2016 da ricordare nel piccolo centro arbereshe. Nel Santuario mariano S.M.di Costantinopoli ( dove domina in bella evidenza l’affresco murale cinquecentesco della Madonna di Costantinopoli, protettrice del paese) un successo ha riscosso il Concerto di fine anno organizzato dall'amministrazione comunale (presente il Sindaco, Fiorella Pompa e l’assessore Bochicchio) con la presenza, dopo 35 anni negli Stati Uniti,approda in Italia Sweet Lu Olutosin, che accompagnato dal gruppo Gospel Italian Singer“, direzione artistica e musicale a cura del M° Francesco Finizio, ha entusiasmato il pubblico presente.
Oggi Direttore d’orchestra, cantante e solista gospel jazz di fama internazionale, Sweet Lu grazie alla sua stupefacente abilità vocale, gode

Oraziana ancora in alto mare

Oraziana lavori fermi
Ginestra.
Saltano i tempi di consegna di fine dei lavori dell’Oraziana, la strada che collegherà velocemente la cittadina di Venosa a Rionero ed all’imbocco della superstrada Potenza-Melfi in pochissimi minuti. Era stata annunciata, lo scorso 15 novembre, quando sono stati aperti circa 3 km, dal presidente della Provincia di Potenza, Nicola Valluzzi,
l’Ente che coordina i lavori di questa strada, la fine dei lavori per il 31 dicembre 2016. Così non è stato, mancano ancora dei km per il suo completamento. Il tratto della galleria che unisce Ripacandida-Ginestra ed il tratto finale che porta all’ultima rotonda di Venosa, vale a dire 2,7 km