Ennesimo incidente sulla Ginestra Venosa

incidente Ginestra Venosa
Ginestra
Dopo l’incidente di due giorni fa, si riconferma la pericolosità della strada provinciale n° 10 IV tronco Ginestra-Venosa. Nella prima mattinata del 20 novembre, erano da poco passate le sette, una 500 Fiat, subito dopo il ponte dove si sta realizzando un viadotto per la costruenda Oraziana, con alla guida una giovane signora di Rionero in Vulture, in leggera salita, a causa probabilmente del fondo stradale viscido, è finita nella sottostante scarpata. Miracolosamente salve le due occupanti del mezzo.
Avvicinata la malcapitata vittima di questo ennesimo incidente ha riferito: “ procedevo piano in quanto tutti mi hanno parlato della pericolosità di questa strada. All’improvviso ho perso il controllo del mezzo, probabilmente dal fondo stradale asciutto sonno entrata in quello bagnato e viscido, fino a ritrovarmi fuori strada. Mi sento miracolata perché se procedevo velocemente la macchina non si sarebbe fermata all’insù. Nel 2015 non si può ancora viaggiare su strade sconnesse, ondulate ed irregolari”. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco del vicino distaccamento di Melfi per recuperare il mezzo. Lunghe file di macchine si sono create, con i carabinieri della Compagnia di Venosa a regolare il traffico. Una soluzione per evitare altri incidenti c’è: creare delle bande rumorose orizzontali.

Lorenzo Zolfo