Domenico Pozzovivo “re” in Val dei Mocheni

Domenico Pozzovivo
Sul traguardo in cima a Fierozzo in Val dei Mocheni, Domenico Pozzovivo ha chiuso a braccia alzate la seconda tappa al Giro del Trentino-Melinda. Il corridore lucano della Ag2R-La Mondiale ha aspettato l’ultima salita per sferrare il suo contropiede: si è riportato sui fuggitivi di giornata ed ha insistito nell’azione volando in solitaria al traguardo, mentre alle sue spalle l’australiano Richie Porte (Sky Cycling Team) ha tenuto sotto controllo i rivali e mantenuto la maglia di leader della
classifica generale.

Continua ancora il feeling tra il corridore lucano di Montalbano Jonico e la corsa a tappe trentina: è la quarta vittoria di tappa in carriera in Trentino, più la classifica finale nell’edizione 2012 ed oggi con convinzione e scioltezza sui pedali ha messo da parte la giornata-no di Brentonico che lo ha visto in tredicesima posizione all’arrivo.

La spettacolare e tecnica discesa dal Passo di Redebus ha tenuto sotto pressione tutti i corridori fino all’attacco degli 8 chilometri finali in salita verso Fierozzo, nello splendido scenario della Val dei Mocheni.
Un volitivo Damiano Cunego (Nippo-Vini Fantini) ha infiammato la bagarre ai meno 3 chilometri ma successivamente con uno scatto secco, in prossimità del punto più complicato della salita, Pozzovivo è andato via senza replica da parte degli avversari, ritrovando così la brillantezza e il sapore della vittoria tra due ali di folla e davanti agli occhi dei suoi genitori che sono partiti dalla Basilicata.

“ Dopo la mezza delusione di ieri, è una vittoria che ci voleva – ha commentato il corridore lucano, alla quindicesima vittoria in carriera, la seconda in questo 2015 dopo una tappa al Giro della Catalogna -, con la squadra abbiamo corso il meglio possibile. Mi sento pronto per un Giro d’Italia da protagonista, in cui punto ad essere tra i primi cinque e possibilmente sul podio. Per ora ho centrato l’obiettivo di vincere una tappa in Trentino , segno di una condizione in crescita e che mi fa ben sperare di essere tra i protagonisti alla Liegi-Bastogne-Liegi ”.

Porte, ad oggi numero 1 al mondo dell’UCI World Tour, ha tenuto la maglia di leader controllando tutti i rivali e chiudendo al terzo posto dietro lo spagnolo Mikel Landa (Team Astana), a una manciata di secondi da Pozzovivo.
Grande prova dell’altro corridore lucano Antonio Santoro a fianco di Davide Gaburro con la nazionale mista di Davide Cassani che punta sull’entusiasmo, sulla crescita e che non si è posto l’obiettivo di vincere il Giro del Trentino.
Santoro è rimasto con i migliori fino al Redebus per presentarsi insieme a loro anche sulla salita che portava al traguardo di Fierozzo. E’ il primo del gruppo azzurro a tagliare il traguardo (25° a 1’57”), seguito a poca distanza da Davide Gabburo (36° a 4’33”).
“ Oggi mi sentivo meglio – ha detto Santoro, il corridore di Potenza in forza alla MG K Vis Vega Norda -. Nella tappa di ieri ho sofferto molto il caldo. La salita del Redebus mi è piaciuta molto Sono rimasto con il gruppo di Porte fino a tre chilometri dall’arrivo. Poi quando è cominciata la bagarre con Pozzovivo non ce l’ho fatta e sono salito con il mio passo ”. In classifica generale Davide Gabburo è 33°, a 11’29” (5° nella classifica dei giovani), mentre Santoro (che dopo l’esperienza in maglia azzurra correrà il Giro dell’Appennino a Pontedecimo con il suo club) è 36°, a 11’58”.
Il comitato regionale della Federciclismo Basilicata, presieduto da Carmine Acquasanta, rivolge i complimenti ai due corridori lucani che stanno dando il meglio in questo inizio di stagione e un sincero grazie per le emozioni che hanno regalato in terra trentina a testimonianza di un movimento ciclistico regionale sempre in crescita.
Ordine d’arrivo 2° tappa (Ala-Fierozzo, km 179): 1° Domenico Pozzovivo (Ita, Ag2r-La Mondiale) in 4:54’12”, media di 36,506 km/h, abb. 10”; 2° Mikel Landa Meana (Spa, Astana) a 5”, abb. 6”; 3° Richie Porte (Aus, Team Sky) s.t, abb. 4”; 4° Romain Bardet (Fra, Ag2R-La Mondiale) s.t; 5° Damiano Cunego (Ita, Nippo-Fantini) st; 6° Rodolfo Torres (Col, Team Colombia-Coldeportes) a 13”; 7° Dario Cataldo (Ita, Astana) a 15”; 8° Diego Rosa (Ita, Astana) st; 9° Louis Meintjes (Rsa, MTN-Qhubeka) a 17”; 10° Leopold Konig (Cze, Team Sky) st.
Classifica generale: 1° Richie Porte (Aus, Team Sky) in 9:44’45”, media 36,709 km/h; 2° Mikal Landa Meana (Spa, Astana) a 22”; 3° Leopold Konig (Cze, Team Sky) a 58”; 4° Dario Cataldo (Ita, Astana) a 1’11”; 5° Damiano Cunego (Ita, Nippo-Fantini) a 1’13”; 6° José Pimenta (Por, Bora-Argon 18) a 1’15”; 7° Domenico Pozzovivo (Ita, Ag2R-La Mondiale) a 1’32”; 8° Louis Meintjes (Rsa, MTN-Qhubeka) a 1’33”; 9° Romain Bardet (Fra, Ag2R-La Mondiale) a 1’34”; 10° Edoardo Zardini (Ita, Bardiani-Csf) a 1’37”.