I sabati dell'Incoronata celebra padre Todisco



Santuario Incoronata di Foggia

Melfi
Nel Santuario Incoronata di Foggia, si stanno ricordando "I sabati dell'Incoronata" con celebrazioni eucaristiche.  Lo scorso 21 marzo la Santa Messa è stata celebrata dal Vescovo della Diocesi di Melfi-Rapolla-Venosa, padre Gianfranco Todisco
Ad accogliere il Vescovo (presente anche don Tommy Garzia, parroco di Lavello) il rettore del Santuario, don Felice Bruno ed un numeroso gruppo di fedeli, alcuni giunti da Lavello e Ripacandida, con l'associazione "Padre Pio". I
canti sono stati eseguiti dalla corale della Cattedrale di Melfi. 

Il Vescovo padre Gianfranco durante l'omelìa ha detto: "siamo prossimi alle celebrazioni delle Palme e della Passione di Cristo.Il Vangelo che abbiamo ascoltato ci parla di gente che vuole conoscere Gesù, il quale indica la strada che Lui ha percorso, passando per il Calvario.Un percorso di dolore e di crocifissione. In questo Crocifisso riconosciamo colui che vuole salvarci. Di fronte alle sofferenze non dobbiamo scappare, Gesù sta sempre da parte dei sofferenti, dei deboli e dei malati. Se il chicco di grano non marcisce, non può portare frutti. Solo se mettiamo da parte egoismo e le tentazioni umane possiamo trovare sicuro conforto. 

Quel si di Maria ha compreso quella croce abbracciando suo Figlio. Madonna dell'Incoronata fa che sperimentiamo la tua materna protezione, affinchè in tutta la nostra vita abbiamo presenti i tuoi insegnamenti che ci invitano a testimoniare con coerenza e costante impegno la nostra adesione a Gesù Cristo.vSolo se facciamo spazio alla presenza di Gesù in ognuno di noi,possiamo sentire la gioia di una vita rinnovata. Accompagnati da questa certezza il nostro cammino gusterà la gioia di Maria per risorgere a vita nuova". Alla fine della celebrazione eucaristica, è seguita la Novena Supplica alla Madre di Dio Incoronata nel luogo dove apparve la Madonna dell’Incoronata.
Lorenzo Zolfo