Sagra del baccalà ad Avigliano

Sagra del baccalà
Avigliano.
Al via la ventesima edizione della “Sagra del baccalà” di Avigliano. Un viaggio nel gusto, nella tradizione e nel divertimento. La manifestazione, promossa dall’Amministrazione Comunale e patrocinata dall’Assessorato al Commercio e dall’Assessorato al
Turismo e Promozione del Territorio, è diventata ormai uno degli appuntamenti enogastronomici più importanti e rinomati della regione.
Oggi, domani e dopodomani, Avigliano regalerà la sua storia e la sua tradizione culinaria, offrendo, ai tanti turisti e visitatori che giungeranno, un vasto ventaglio di proposte gastronomiche e un ampio programma di mostre, esposizioni, intrattenimenti e spettacoli.
Oltre ciò, naturalmente, il protagonista indiscusso della tre serate sarà il piatto tipico aviglianese, il baccalà. Lo si potrà gustare presso gli stands enogastronomici dei seguenti ristoranti: “La Nuova Dolce Vita”, “La Strettola”, “l’Osteria Gagliardi”, “La Pietra del Sale” e “Nerolà”. I piatti proposti saranno diversi e spazieranno dalle gustose ricette proprie della tradizione, come “Baccalà con peperoni cruschi”, “Baccalà fritto” e “Ciupuddata (baccalà con cipolle)”, a rivisitazioni di sicura bontà, come “Calzoncelli di baccalà con crema di peperoni cruschi”, “Fish and chips all’aviglianese”, “Saltimbocca di baccalà” e “Frittelle di baccalà”, e tanto altro ancora.
Si parte con il minicorso di cucina sperimentale organizzato in collaborazione con l’Associazione Cuochi Potentini.
Tanta buona cucina diventerà ancora più buona con il ricco ed entusiasmante programma di concerti e spettacoli previsti.
Stasera spettacolo itinerante dei BANDAO. L’orchestra di percussioni brasiliana animerà e divertirà le strade del paese al suono di ritmi samba e afro-brasiliani. Da sottolineare che l’intero cachet del gruppo sarà devoluto per progetti umanitari in Brasile.
Domani ,alle 20.30, il sipario si aprirà con il Gruppo Folkloristico Aviglianese. Lungo il corso principale, E. Gianturco, canterà e ballerà stornelli e canzoni tipiche della tradizione. A seguire, alle 21.30 in Piazza E. Gianturco, il concerto del poliedrico artista napoletano DANIELE SEPE. Uno spettacolo di grande qualità, da non perdere, che spazierà tra folk, reggae, world music, fusion e rock.
Infine domenica, dalle 20.00 alle 24.00 presso il quartiere “Basso la Terra”, andrà in scena lo spettacolo teatrale “Dialoghi e Tradizioni – GLI ANNUMATe”. Come ormai da anni, l’associazione Aps Terra ci farà dono di sentimenti, tradizioni e bellezza in una performance intensa ed emozionante. Si concluderà con il concerto, in Piazza E. Gianturco alle 21.30, di PIETRO CIRILLO & I TARANTA LUCANIA.