Conclusa la festa patronale a Ginestra

Madonna di Costantinopoli
Ginestra
Si sono conclusi i  festeggiamenti in onore della Madonna di Costantinopoli, protettrice del paese. Giornata aperta con il complesso bandistico "San Michele Arcangelo" di Rapolla, in giro per le strade principali del paese. A seguire Santa Messa ( presente il Sindaco, dott. Giuseppe Pepice, le Forze dell'Ordine,Carabinieri e Polizia municipale, M° Antonio Gremigna) celebrata dal parroco don Francesco con la collaborazione di don Gilberto, ex parroco di Ginestra e padre
Luigi Di Bari, un francescano residente a Nola (Na). Don Francesco ha detto: " oggi veneriamo la Madonna di Costantinopoli, chiediamo al Signore di predisporre il nostro cuore ad accogliere le sue parole. Chiediamole di intercedere per noi presso suo Figlio di aumentare la Fede in Lui.".. La statua della Madonna di Costantinopoli, risalente al 1600, è stata portata in processione per le vie principali, da chiunque avesse fatto richiesta. Commovente è stato il canto in arbereshe dell'89enne Fiorina Petagine a fine processione sul sagrato della chiesa madre. Invocava la protezione per il popolo, gli anziani, i bambini ed ammalati di Ginestra  alla Madonna di Costantinopoli.. La festa si è conclusa con i fuochi pirotecnici della ditta "Teora" di Venosa.

Lorenzo Zolfo